Addestramento e lezioni


Addestramento: che cosa significa addestrare un cavallo

Per addestramento si intende tutto quello che si fa quando si interagisce con un cavallo. In un certo senso infatti si può dire che tutto è addestramento.

Con i cavalli si può solo regredire o progredire, perché tutte le esperienze che essi vivono rimangono nella loro memoria e se ripetute diventano vere e proprie abitudini. Partendo da questo concetto, tutto quello che facciamo con il cavallo, giusto o sbagliato che sia, diventa addestramento.

Per il cavallo non c’è differenza tra un modo o un altro nel fare le cose e ripeterle. Per ogni stimolo o richiesta però, esiste una differente reazione e un differente comportamento. I cavalli sono bravissimi a intuire cosa andremo a fare e lo faranno per come sono stati abituati. Ogni cavallo è lo specchio del suo proprietario o addestratore.

In particolare sono 4 le aree di interazione con il cavallo che vengono trattate durante l’addestramento:

Addestramento-e-lezioni– Gestione da terra

Lavorando da terra si impara a eseguire correttamente, consapevolmente e in modo naturale, tutte le operazioni quotidiane necessarie al mantenimento del cavallo, insegnandogli contemporaneamente comportamenti corretti e buone abitudini.

– Gestione ed esercizi del cavallo alla corda

Attraverso il lavoro con la corda si impara a dialogare con il proprio cavallo attraverso un linguaggio comune, in questo modo è possibile instaurare una comunicazione di base ed aumentare via via il livello di empatia migliorando sempre più la relazione uomo-cavallo.

Addestramento-equitazione– Cavalcare

Cavalcare non significa solo saper stare sopra a un cavallo senza cadere, ma significa interagire con la sua mente. Esistono vari modi di cavalcare e questi per me sono i più significativi: con la sella – senza la sella -con le briglie – senza le briglie con sensibilità – senza sensibilità ma con conoscenza – con scarsa conoscenza.

– Gioco e comunicazione con il cavallo in libertà

L’unico cosa da fare per verificare se il nostro modo di comunicare con il cavallo funziona e quello di dare la possibilità al cavallo di scegliere, lasciandolo libero. Nei cavalli è innata la voglia di seguire un leader e se il leader diventiamo noi, il cavallo avrà voglia di stare con noi e di seguirci. Potrà così diventare il nostro compagno di giochi.

 

Come viene impostato il programma di addestramento

Molto spesso si ha poco tempo da dedicare all’addestramento del proprio cavallo o alla propria formazione come cavalieri. Quando finalmente il tempo si trova, difficilmente si fa qualcosa di nuovo. E’ più gratificante infatti far fare al cavallo gli esercizi che già conosce oppure le cose in cui è bravo e non c’è mai il tempo per lavorare su quello che riesce meno.

Per risolvere questo problema è utile organizzare un programma. Fare un programma significa individuare degli obiettivi, fissare dei tempi e studiare i modi. Nulla con i cavalli si improvvisa e quello che si ottiene richiede tempo e preparazione.

Ogni coppia cavallo-cavaliere è unica, ha una sua storia e un suo futuro. Per questo ogni programma di addestramento deve essere altamente personalizzato e modulato sulle specifiche esigenze e sugli obiettivi del cliente.

– Il primo passo per stabilire un programma di addestramento è sempre quello di dedicare del tempo per capire quali sono le conoscenze e le esperienze fatte in campo equestre, quali sono le aspirazioni e i traguardi che si intende raggiungere.

– Il secondo passo prevede un’accurata osservazione del cavallo, cioè una valutazione psico-fisica che faccia emergere potenzialità, problematiche e carattere dell’animale.

carattere-cavallo

– Al terzo passo vengono fissati gli obiettivi da raggiungere e i vari momenti di verifica dei progressi.

– Solo al quarto passo viene fissato un programma di lavoro specifico.

– Con il quinto passo inizia il lavoro di addestramento vero e proprio, con verifiche periodiche, per fare il punto della situazione e tarare nuovamente il training.

Ogni programma di addestramento quindi è unico e focalizzato sulle specifiche richieste di ogni cliente.

 

Lezioni e sessioni di addestramento

Lezione-equitazione

E’ possibile realizzare 2 tipologie di sessioni di addestramento:

Lezioni per solo cavallo

Il cavallo verrà addestrato in base al programma e agli obiettivi scelti assieme al proprietario, ma i tempi e la frequenza delle sessioni di lavoro, saranno dettate dal livello di allenamento fisico e di preparazione mentale del cavallo stesso. I tempi quindi per i risultati da raggiungere, varieranno da cavallo a cavallo.

Addestramento-cavalcare

Lezioni per cavallo + cavaliere

La via più breve, per migliorare e progredire nell’equitazione, è quella di fare lezione con un professionista. Una persona che, in tempo reale, cioè mentre stiamo montando, possa correggerci sulle problematiche che incontriamo con il cavallo. Migliorare l’assetto, migliorare l’uso delle gambe, del peso, della voce e delle mani, risolvere dubbi, vincere paure e prendere sempre più dimestichezza con la gestualità corretta da fare, non è il risultato di tanta pratica, ma di una perfetta pratica, che solo facendo si potranno acquisire.

Elemento fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi, è che il cavaliere o proprietario, possieda un livello di preparazione idoneo, per il mantenimento del livello di addestramento acquisito dal cavallo. Pertanto le lezioni, sono una verifica sulle competenze del cavaliere, nel trattare il suo cavallo e quindi bilanciare e rinforzare il binomio.

Modalità di lezione

In genere le lezioni cavallo+cavaliere sono di un’ora circa e la frequenza è determinata dai tempi prefissati per il raggiungimento degli obiettivi e dalla predisposizione ad apprendere del cavaliere stesso.

Il proprietari può scegliere se far addestrare solo il cavallo o se fare anche lui delle lezioni.

Le lezioni sono consigliate. Se qualcuno volesse avere delle lezioni a casa senza spostare il cavallo, sono disponibile a raggiungere qualsiasi posto in Italia.