Il Back


Il back, in italiano indietreggiare, è una delle manovre base dell’equitazione e deve far parte del bagaglio tecnico del cavallo e del cavaliere.

Insegnare al cavallo un buon back, è anche una delle chiavi di successo per ‘costruire’ un buono stop e una buona riunione.  Ottimo per potenziare e sviluppare i muscoli della groppa e della schiena, è un esercizio che và praticato sia da terra che in sella. Il cavallo in questa manovra deve caricare il suo peso sui posteriori, inarcando la schiena verso l’alto e deve alleggerire le spalle per alzare bene i piedi, mantenendo un movimento fluido e cadenzato.

Ogni cavallo ben addestrato e in salute, deve saper indietreggiare, senza opporre resistenze.

Ci tengo a precisare questo aspetto, perché eseguire il back è un ottimo test per far emergere problemi fisici, di atteggiamento e pratici del cavallo.

I problemi fisici possono essere mal di schiena, dolore ai denti, contratture al collo, mal di piedi… solo per citare alcuni esempi.

I problemi di atteggiamento, sono il rifiuto al lavoro, la paura o la mancanza di rispetto del cavallo nei confronti del cavaliere. Una volta esclusi i problemi fisici, sbattere la testa verso l’alto, impennarsi, spingere contro l’imboccatura, sono alcuni esempi frequenti di cattivo atteggiamento.

I problemi pratici, sono quelli di addestramento. Praticare poco il back come esercizio di lavoro. Accontentarsi di esecuzioni lente, senza impulso. Avere un cavallo rigido e poco ginnasticato, ecc.

 

Nel metodo Gabrielecavalli, per quanto riguarda la parte di lavoro in sella, ogni cavallo impara ad eseguire il back in due modi: con contatto e senza contatto.

articolo-back-1

Back con contatto

Nella fase di apprendimento, utilizzo un filetto a due mani.

  • Prendo contatto con la bocca del cavallo, quanto basta a creare una sensazione di scomodità.
  • Mantengo la tensione, senza aumentare il livello di pressione e aspetto che il cavallo sposti il peso all’indietro sugli arti posteriori.

Appena sposta il peso all’indietro o indietreggia di un passo

  • Tolgo la tensione delle redini e accarezzo.
  • Aspetto fermo qualche secondo e ripeto.

In questa fase è molto importante far capire al cavallo il concetto dell’esercizio, con calma e pazienza.                

 Contatto – Spostamento – Rilascio

Nella seconda fase di apprendimento, quando il cavallo ha capito bene che deve indietreggiare quando sente tensione sulla bocca, utilizzo anche le gambe, che fin’ora erano rimaste in una posizione neutra.

  • Prendo contatto.
  • Aspetto che il cavallo inizi lo spostamento.
  • Premo tutte e due le gambe mantenendo il contatto con la bocca.
  • Faccio fare qualche passo e poi rilascio sia le redini che le gambe e accarezzo.
  • Aspetto qualche secondo e ripeto.

Le gambe in questa fase hanno un ruolo importante per far innalzare la schiena al cavallo e per dare impulso, ma è un aiuto che preferisco inserire in un secondo momento, per non creare confusione al cavallo.

Nella fase di consolidamento del back con contatto, applico diversi esercizi del metodo, per insegnare al cavallo un movimento fluido, cadenzato e senza resistenze. Uno di questi, per verificare se il cavallo rimane leggero sulle spalle e mobile sulle anche, è quello di indietreggiare per brevi tratti  senza fermarsi, compiendo delle serpentine.

articolo-back-2articolo-back-3

Back senza contatto

Il cavallo con questo modo di indietreggiare, deve seguire il cambiamento di assetto del cavaliere e lo spostamento del peso in sella. L’obiettivo è quello di non usare contatto in bocca. Deve essere inteso come una rifinitura della manovra a un livello avanzato e non l’unico modo di indietreggiare per il cavallo. Un passaggio successivo al back con contatto.

Fase di apprendimento, con morso o filetto.

  • Prendo contatto con la bocca del cavallo.
  • Aspetto che il cavallo inizi il movimento.
  • Arrotondo il bacino *sedendomi sulle tasche dei pantaloni.
  • Spingo i piedi leggermente in avanti sulle staffe, abbassando i talloni.
  • Tolgo il contatto con la bocca e mantengo la variazione di assetto per qualche passo.
  • Mi fermo e accarezzo, riportando l’assetto e il peso in posizione neutra.
  • Aspetto qualche secondo e ripeto.

Per indietreggiare, il cavallo, nel back con contatto, deve aver già imparato ad inarcare la schiena verso l’alto. Nel back senza contatto quindi, useremo le gambe a ritmo, aprendole e chiudendole, solo per incrementare il movimento e per incoraggiare il cavallo ad alzare i piedi.

Fase di consolidamento con morso a una mano.

  • Arrotondo il bacino *sedendomi sulle tasche dei pantaloni.
  • Spingo i piedi leggermente in avanti sulle staffe, abbassando i talloni.
  1. (Prendo contatto con la bocca, se il cavallo non indietreggia o è incerto.)
  2. (Muovo le gambe a ritmo, se è lento o trascina i piedi.)
  • Mantengo la variazione di assetto fin che voglio indietreggiare.
  • Mi fermo e accarezzo, riportando l’assetto e il peso in posizione neutra.

articolo-back-4

1 e 2 sono correzioni da applicare nella fase di consolidamento, senza dimenticare che l’obiettivo finale, è quello di non fare correzioni.

*Sedersi sulle tasche dei pantaloni, significa portare il peso all’indietro sul fondoschiena!

Condividi l'articolo!


Informazioni su gabrielecavallin

Tecnico federale di 2° livello di equitazione americana e trainer che per passione personale studia e pratica i metodi moderni di comunicazione con il cavallo. Le sue fonti di ispirazione sono Monty Roberts, John Lyons, Pat Parelli e Clinton Anderson in particolare, ovvero i migliori addestratori dei metodi così detti naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.