Come e perché coricare il cavallo a terra – Prima parte – VIDEO 2


Una tra le abilità più affascinanti viste negli spettacoli e nelle dimostrazioni equestri è quella di far accovacciare il cavallo a terra.

Un esercizio a mio avviso inutile o deleterio quando è insegnato con metodi coercitivi e con il solo scopo di stupire, che può invece trovare una valenza se insegnato con metodi gentili, al fine di rinforzare il rapporto e migliorare le capacità comunicative con il cavallo.

E’ importante quindi, per chi volesse intraprendere l’insegnamento di questo esercizio, avere una motivazione chiara sull’obiettivo da raggiungere e saper riconoscere le differenza tra un metodo e l’altro.

A questo scopo in questa prima parte di video parlo di alcune tecniche applicate, del perché io abbia scelto di inserire nel mio metodo di addestramento una “tecnica” in particolare e di quale sia per me il fine di questo esercizio.

Condividi l'articolo!


Informazioni su gabrielecavallin

Tecnico federale di 2° livello di equitazione americana e trainer che per passione personale studia e pratica i metodi moderni di comunicazione con il cavallo. Le sue fonti di ispirazione sono Monty Roberts, John Lyons, Pat Parelli e Clinton Anderson in particolare, ovvero i migliori addestratori dei metodi così detti naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 commenti su “Come e perché coricare il cavallo a terra – Prima parte – VIDEO